Full Immersion fai-da-te

4 Dicembre 2019

Scroll

full immersion ragazza

Full Immersion fai-da-te

This page is also available in English English

Prima di una missione uno Shinobi, deve imparare a riconoscere la lingua di un territorio straniero.

Vivendo nel proprio villaggio, esso non può praticare la lingua e parlarla come un nativo, ma un Digital Ninja, deve fare in modo d’impararla come se vivesse già in quel posto da molto tempo.

L’addestramento di un guerriero dell’ombra non è fatto solo di teoria e allenamento fisico.

L’apprendimento di una lingua non si basa esclusivamente sullo studio, ma va vissuta.

Eccovi alcuni strumenti del Ninjutsu digitale usati dallo Shinobi e ispirati dal metodo della “Lingua non si studia, ma si vive!“.

Questo metodo è pensato per coloro non hanno opportunità di viaggiare spesso all’estero o pagare costosi corsi di lingua.

I Digital Tools dello Shinobi

Il primo strumento di base per padroneggiare l’abilità di leggere, scrivere, parlare e ascoltare una lingua straniera è Duolingo.


logo ufficiale di duolingo

Questa applicazione è una versione gratuita che utilizza un sistema d’istruzione simile ad Assimil, un metodo di assimilazione intuitiva per l’apprendimento linguistico.

Infatti vengono mostrate una serie di frasi da ripetere, con le relative traduzioni da comporre, aiutandoti a capire come costruire la sintassi.

In questo modo puoi imparare un vocabolario di base per destreggiarti nella comprensione linguistica.

Ripetere queste frasi “fatte”, aiuta la testa a pensare in quella lingua. Questo esercizio andrebbe fatto per almeno venti minuti al giorno tutti i giorni.


VAI AL SITO


In un precedente articolo, avevo spiegato, che la capacità di imparare una o più lingue da bambini, avviene grazie all’ascolto.

Esso infatti rappresenta un 50% delle abilità d’interazione di una persona durante una conversazione.

Perciò bisogna allenare il nostro orecchio, a riconoscere i gli accenti, immergendo la nostra testa in una “bolla di suoni”.

Per fortuna ci viene in aiuto Radio Garden, disponibile sia per web e per smartphone.


Full Immersion fai-da-te

Questa piattaforma di web radio, consente di ascoltare le dirette radiofoniche in tutto il mondo, semplicemente spostando il suo cursore.

Inizialmente, per la prima settimana dovreste iniziare con quindici minuti, la seconda con trenta minuti d’ascolto, per poi passare ad almeno un’ora al giorno dopo il primo mese.

Questo perché, ogni 80-100 ore di esposizione e studio della lingua straniera, si riesce a fare un salto di livello, nella comprensione delle quattro competenze di base (Reading, Listening, Writing, Speaking) nei sei livelli di padronanza linguistica del CEFR.


VAI AL SITO


Insisto molto su questo punto, perché un ascolto passivo d’interviste, storie, novelle, news di almeno due ore al giorno, vi permette di raggiungere un livello ogni 2-3 mesi, ovviamente se sarete costanti.

Piccoli accorgimenti per migliorare il Listening

Solo “l’ascolto passivo” non basta, ma bisognerà utilizzare anche qualche tecnica di “ascolto attivo”.

Tra queste tecniche o “jutsu” vi suggerisco:

  • Shadowing: ripetere tutto quello che sentite alla radio. Lo scopo è quello di farvi acquisire la scioltezza, mantenere l’attenzione sul discorso ascoltato e impedire alla mente di divagare.
  • Catch Keyword: Cogliere una parola ripetuta spesso nella conversazione, cercare una traduzione su Google Translate, e tentare di comporre una frase di senso compiuto e ripeterla per consolidarla nella testa.

Con questi due strumenti, avete già la possibilità d’imparare a destreggiarvi in una conversazione di sopravvivenza, durante le vostre missioni, come viaggi, in Erasmus, o anche in ufficio.

Se desiderate perfezionarvi ulteriormente, questo è il terzo strumento che reputo molto utile e l’ho utilizzato durante la mia esperienza.

Questa applicazione è disponibile in diverse lingue, e a scapito di una UX design poco accattivante, ho trovato questo strumento molto utile e funzionale allo scopo.

E’ stata sviluppata da Language Course.net


Full Immersion fai-da-te

Si tratta di un app di Flash Cards, ovvero una sequenza d’immagini, con dei vocaboli da memorizzare, tramite ripetizione, o compilazione di parole con relative traduzioni.

È divisa nei sei livelli del CEFR (in realtà cinque perché da A1 arriva fino a C1), quindi in base al tuo livello di conoscenza linguistica, puoi decidere d’imparare i vocaboli a seconda della tua padronanza, scaricando il pacchetto opportuno.


VAI AL SITO


Avere la conoscenza di tanti vocaboli, ti permetterà di esprimerti con maggiori sfumature, e aumentare la tua capacità di capire la radio e leggere articoli, grazie all’acquisizione di un vocabolario passivo.

Ti suggerisco di provarla usando un account per salvare i progressi, perché ogni tanto potrebbe bloccarsi.

Rimane però utile allo scopo per imparare un frasario d’emergenza.

D’altronde i bambini, prima hanno incominciato a ripetere le parole, e grazie l’aspetto visivo, possono indovinarne il significato, fino a parlare frasi intere.


Adesso è ora d’iniziare la missione …

Ho iniziato a utilizzare i primi due strumenti, due mesi prima della mia partenza per Malta, per un progetto di Mini-Erasmus, poiché dovevo raggiungere un livello B1 per poter partecipare al programma.

Visto che mi ritrovai a condividere l’appartamento con soli Italiani, e sfortunatamente a Malta molte persone capiscono o parlano italiano per ragioni storiche e turistiche, avevo necessità di parlare inglese per migliorare.

Fu così che decisi di unire l’utile al dilettevole, e mi venne in aiuto il mio quarto strumento per praticare lo Speaking.


Full Immersion fai-da-te

Ebbene si, per quanto alcuni di voi possiate obiettare sulla validità di quest’app da rimorchio, questo servizio d’incontri rimane una valida alternativa.

L’organizzazione di appuntamenti, vi permette di scrivere e migliorare i dialoghi in lingua straniera.


VAI AL SITO


Magari siete fortunati e potreste rimediate una serata interessante.

Vi consiglio di non sottovalutarla, e di abbonarvi alla versione Pro, per avere più probabilità di trovare una compatibilità e organizzare un incontro.

Ritornati a casa, avrete molte conoscenze internazionali con cui continuare a parlare, oppure un aggancio per futuri viaggi.

Vi suggerisco d’iniziare la ricerca almeno una settimana prima della vostra partenza, nascondendo l’età e la distanza così da aumentare le vostra probabilità di successo.

Utilizzate quanto avete appreso, nelle vostre conversazioni, sia durante uno scambio giovanile, in vacanza o nelle riunioni di lavoro per consolidare così anche il vostro vocabolario attivo.

Buon allenamento 😉

Do you like the Article?


Prev Post
Next Post
Copied!